CRONACHE DEGLI SCAVI DI ERCOLANO

  • 0 0
  • (Rated 0 Stars)
  • 14 Mar 2013
  • 1214

AMEDEO MAIURI


CRONACHE DEGLI SCAVI
DI ERCOLANO
1927-1961



Introduzione di 
MARIO CAPASSO


Ci sono degli studiosi che hanno indissolubilmente legato il loro nome ad una grande impresa archeologica o a un momento importante della storia della ricerca archeologica: così è per H. Schliemann che scavò nell’area di Hissarlik quella che a torto considerò la Troia di Omero; M. Flinders Petrie, che segnò l’inizio dell’esplorazione archeologica scientifica dell’Egitto; B. P. Grenfell e A. S. Hunt, il cui scavo tumultuoso di Ossirinco nel Medio Egitto ha contribuito in modo decisivo all’evoluzione della disciplina papirologica; M. I. Rostovtzeff, che, insieme con F. Cumont, scavò Dura Europos, città carovaniera sull’Eufrate; H. Carter, che fu autore di quella che rimane la scoperta archeologica più clamorosa e famosa del XX secolo, la tomba di Tutankamon. In questo elenco, che potrebbe continuare, credo che si possa legittimamente inserire Amedeo Maiuri, che scavò a Rodi e a Pompei, ma che ha il grande merito di avere fermamente creduto nella ripresa dello scavo di Ercolano e di averla tenacemente realizzata nel terzo decennio del secolo scorso.


Caratteristiche del volume edizione ebook:
Pagg. 149, formato PDF.
ISBN 978-88-97595-33-5


Caratteristiche del volume edizione cartacea:
Pagg. 160, f.to 10,5x18 cm; allestimento in brossura.
ISBN 978-88-87365-62-7
Prezzo di copertina € 9,00
Categoria › COCUMELLA

Nessun commento...

Lascia un commento